Prima Pescara

Il Ponte del Mare

Simbolo per eccellenza della nostra città, il Ponte del Mare è entrato rapidamente nel cuore dei pescaresi. Noi di PrimaPescara non potevamo non dedicargli un ruolo di primo piano e l’abbiamo scelto come “biglietto da visita” del nostro sito.

Non si può non rimanere affascinati dal Ponte del Mare. Nel suo punto più alto lo sguardo di chi lo attraversa si perde in una meravigliosa fusione tra mare, fiume, cielo e terra. La città si presenta in tutto il suo splendore: grandi spiagge, riviere lunghissime che si perdono all’orizzonte, un imponente profilo montuoso a poca distanza, un sistema viario complesso e dinamico che ben si abbina alle futuristiche costruzioni delle torri Camuzzi, e poi i trabocchi, i pescherecci, il porto turistico, la torre comunale e tanto altro ancora, tutto è vicino, tutto è a portata di mano. C’è tanto di Pescara in questa raffinata opera di ingegneria. Dal valore simbolico dell’unione definitiva delle due riviere di Pescara e Castellammare, alle sue forme sinuose, chiaro richiamo alle onde del mare e al dinamismo della nostra città. La serie di tiranti alla destra e alla sinistra del pilone centrale evocano l’immagine delle vele che solcano il mare mentre il suo aspetto avveniristico è coerente con il costante sguardo al futuro, a quella modernità che da sempre costituisce la primaria ambizione di Pescara.

Percorrendolo a piedi o in bicicletta da subito si avverte la fatica causata dalla non facilissima pendenza, tuttavia gli occhi rimangono fissi sul punto più alto del percorso, sulla bellezza armoniosa della struttura, sull’abbraccio metallico dei tiranti che affiancano il passante e si vanno ad agganciare saldamente al pilone di sostegno. E mentre il vento cresce di intensità, man mano che ci si avvicina alla parte centrale, ci si sente sempre più desiderosi di raggiungere e di godere quel panorama unico cheprogetto solo l’altezza e la posizione del Ponte del Mare possono offrire.

“Più alto e più oltre” diceva Gabriele D’Annunzio. Il piacere di percorrere questo breve tratto di riviera pescarese, forse, non poteva trovare migliore descrizione!

Cercheremo ora di conoscerne meglio la storia e le sue caratteristiche, ma prima di tutto ringraziamo Tommaso Di Biase e Giuseppe Marchesani per la gentile concessione delle foto.

E’ lungo complessivamente 465,60 metri di cui 172,00 metri il solo tratto sospeso. L’antenna centrale raggiunge un’altezza di 50 metri. Nell’anno della sua inaugrazione era il più grande ponte ciclo-pedonale italiano ed uno dei più lunghi d’Europa.

Il ponte veniva ideato dall’allora Sindaco di Pescara Luciano D’Alfonso che commissionò il progetto preliminare prima pietraall’architetto sud tirolese Walter Pichler. Il progetto esecutivo del ponte fu invece redatto dall’ingegner Mario de Miranda. Quest’opera di fatto collegando le rivere nord e sud, dà continuità al Corridoio Verde Adriatico, la pista ciclabile che corre lungo tutta la costiera adriatica da Ravenna a Santa Maria di Leuca.

Il Ponte del Mare è un ponte “strallato ciclo-pedonale”, cosiddetto proprio per le sue caratteristiche tecniche. Infatti il progetto prevede un pilone centrale, leggermente inclinato, alla sommità del quale sono ancorati una serie di tiranti inclinati, (chiamati stralli in

Questo slideshow richiede JavaScript.

ambiente nautico), che sostengono e bilanciano i due rami separati del ponte, di larghezza 4 m per la sede ciclabile e 3 m per la sede pedonale e che alle estremità confluiscono gradualmente verso un’unica sede di larghezza 5 m circa. L’intervento, dal punto di vista urbanistico, ricade all’interno dell’ambito territoriale del Piano Particolareggiato denominato “P.P.2”. Il ponte si articola con un tracciato curvilineo che unisce le due riviere da sottoall’altezza della rotonda della Madonnina, a nord, e in corrispondenza del Lungomare Papa Giovanni XXIII a sud. Le rampe di estremità procedono con una sede unica, dedicata all’uso ciclopedonale, di larghezza variabile da 5.95 m a 7.42 m, mentre il tratto centrale di scavalcamento del fiume è realizzato con due impalcati separati. La lunghezza complessiva del manufatto è diversa a seconda dei percorsi ciclabili o pedonali: il tracciato ciclabile misura 440,72 metri, mentre il tracciato pedonale 465,60 metri. La superficie complessiva degli impalcati è pari a 3.108 metri quadrati. La pendenza della rampa pedonale non supera il valore dell’8%, accessibile a tutti, come previsto anche dalla normativa per le rampe idonee ai portatori di handicap in carrozzina, la parte ciclabile ha una pendenza media del 7%.

imboccoLa pista pedonale prevede piazzole di sosta in piano ogni 10 metri, attrezzate con superfici che facilitano lo stazionamento delle carrozzine, studiate per agevolare il percorso agli utenti disabili. In fase progettuale, l’altezza di 16,5 metri dal suolo era uno dei principali problemi in quanto c’era il rischio che il ponte potesse essere soggetto a forti oscillazioni avvertibili da chi lo avrebbe percorso. Ma la struttura è stata dotata di un sistema di controllo delle vibrazioni e durante l’esercizio del ponte non si è riscontrato alcun problema in tal senso.

I lavori di collegamento delle due riviere sono iniziati il 5 marzo 2008 e sono terminati il 12 ottobre 2009. Il ponte è costato 7,5 milioni di euro di cui circa 5 sono stati erogati dalla Fondazione Pescarabruzzo mentre la parte restante è stata finanziata da imprenditori privati quali Fater Spa, Almacis, Toto, Ferri holding e Di Properzio. Inoltre tale importo, considerando che lo sviluppo totale delle due piste è pari a circa 900 metri, corrisponde ad un costo unitario allineato a quello di ponti pedonali di dimensioni minori.

Il ponte è stato inaugurato ed aperto al pubblico il giorno 8 dicembre 2009 dal Sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia.

Per gentile concessione di Giuseppe Marchesani inseriamo nella galleria seguente alcune foto dell’inaugurazione del Ponte del Mare. Presenti il Sindaco in carica Luigi Albore Mascia e l’ex Sindaco Luciano D’Alfonso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Post Navigation

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: