Prima Pescara

Il Palazzo di Città – Le sale del governo cittadino

Proseguiamo il nostro giro alla scoperta del Palazzo comunale di Pescara visitando le sale nelle quali si riuniscono i vari organi di governo.

******

Tutte le fotografie presenti nell'articolo e nella galleria possono essere visualizzate
a schermo pieno cliccando con il tasto destro del mouse e selezionando 
la voce "visualizza immagine".

******

LA SALA CONSILIARE

Iniziamo con la immensa sala del consiglio comunale. La vastità dell’ambiente rende bene l’idea del luogo deputato alle assemblee della cittadinanza. La sala è stata perimetralmente affrescata dall’artista Luigi Baldacci che inziò i lavori nel 1968 e li completò nel 1971. Si tratta di otto tele raffiguranti in maniera allegorica la storia di Pescara. Sul lato sinistro del grande salone è stato recentemente posto un mezzobusto di Gabriele D’Annunzio, opera di Venanzo Crocetti, posizionato all’interno di un’ alta nicchia di marmo nero, mentre sul lato destro troviamo un’opera di Vicentino Michetti: la statua in bronzo di “Grazia la marinara”, personaggio caratteristico della Pescara anni 40/50, raffigurato nella tipica posizione seduta nella quale era possibile osservarla di fronte all’omonimo stabilimento balneare di sua proprietà, oggi conosciuto con il nome di “Saturno”.

LA SALA DELLA GIUNTA

Nero, giallo ocra e rosso scuro. Entrando nella bellissima Sala della Giunta si rimane attratti dalla omogenea diffusione di questi tre colori seppure in diverse tonalità. Tra tutti gli ambienti, forse, è quello che colpisce di più per l’eleganza del suo arredo e per l’austerità che trasmette. Meravigliosa la bicromia del pavimento in marmo nero e ocra. Per il resto le tonalità prevalenti vanno dal rosso scuro / marrone al beige / ocra. Come ci viene rimarcato dalla nostra gentilissima guida è intorno a quel maestoso tavolo in legno massello scuro che si riunisce la Giunta per prendere le decisioni più importanti per Pescara.