Prima Pescara

La Cattedrale di Pescara – San Cetteo

La chiesa di San Cetteo e D’Annunzio.
Dopo l’istituzione della provincia di Pescara del 1927, D’Annunzio volle fortemente la costruzione della chiesa, tanto da collaborare al finanziamento per la realizzazione. Il progetto fu affidato all’architetto Cesare Bazzani. I lavori di costruzione iniziarono nel 1933 e furono ultimati nel 1938, ma la facciata fu distrutta e ricostruita a seguito degli eventi della seconda guerra mondiale.
Lo stile è chiaramente abruzzese, richiama infatti quello della preesistente chiesa di Santa Gerusalemme, già realizzata intorno al XI sec. ma in pessime condizioni, tanto da dover essere abbattuta. (Sul marciapiede di fronte sono visibili i resti della costruzione, interrati di oltre 1 metro).
L’interno, a pianta di tipo basilicale, è a tre navate con presbiterio rialzato da una gradinata. Nella parte destra del transetto si trova una cappella dedicata a San Cetteo. Nella parte sinistra vi è la tomba di Luisa De Benedictis, madre di Gabriele D’Annunzio, (Arrigo Minerbi ha scolpito il coperchio del sarcofago, raffigurante un’arca sormontata dalla figura di una giovane donna addormentata). All’esterno della cappella funebre è visibile un dipinto raffigurante San Francesco, attribuito al Guercino e che fu donato dallo stesso D’Annunzio.
In alto, sull’entrata, è da notare l’organo, in canne dorate, uno dei migliori d’Abruzzo. La chiesa divenne cattedrale nel 1977.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Post Navigation

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: