Prima Pescara

Un luogo identitario. (di Nicola Monti)

Nicola MontiTutto nacque un pomeriggio di primavera, quando andai a trovare Renato Ricci, patron del "Trofeo Matteotti". Discorrendo di sport, di storia e della città, mi prospettò l'idea di marcare un luogo identitario della città, legato a doppio filo con lo sport. Piazza duca degli Abruzzi. E già, doppio filo perché è, e fu, storico luogo di partenze sia ciclistiche che automobilistiche. La memoria si sà è labile e tende a non trasmettere ogni cosa. Fu allora, ed era il 2016, che nacque l'idea di apporre qualcosa nella piazza, perchè divenisse un ricordo indelebile di un periodo d'oro per la città di Pescara e perchè fungesse da stimolo, anche per i disinformati, a cercare i riferimenti che avremmo citato.

L'Amministrazione comunale ne fu subito entusiasta e patrocinò il progetto, consentendoci di realizzarlo.w0

Ne parlammo con l'artista Walter Corsini, noto pittore iperrealista, grande appassionato di auto e perfetto conoscitore della storia automobilistica. Condivise subito l'idea e, dopo qualche giorno, ci incontrammo in Piazza duca degli Abruzzi, per un sopralluogo. Eravamo io (Nicola Monti), Walter Corsini e Costantino Sferrella.

w1Guardammo la Piazza da ogni prospettiva e decidemmo di accogliere la segnalazione di apporre la targa sulla stele già esistente.

Dopo il sopralluogo ci ritrovammo per un caffè al Bar Arlechino, e lì, su un tavolino, in mezzo ai caffè, nacque la prima bozza di quella che sarebbe stata la targa marmorea che oggi è visibile in Piazza.

Seguirono altre bozze e discussioni su quale potesse essere la più rappresentativa. Non era facile.

Coinvolgemmo Umberto Di federico della ESSERREMARMi, che ci avrebbe poi aiutato a realizzare la targa. Devo dire un vero filantropo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una volta scelta la bozza, adatta anche per la successiva realizzazione, partimmo con la fase operativa.

Ci vollero otto ore di lavorazione al computer per trasferire il disegno dalla carta ai macchinari che avrebbero inciso il marmo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il 25 giugno 2017, alle ore 10:30, alla presenza del Vice Sindaco di Pescara avv. Antonio Blasioli, inaugurammo finalmente la targa.

Parteciparono Lanfranco D'Alesio, delegato delle Scuderie Ferrari club (Ufficiali Ferrari), Walter Corsini, Umberto Di Federico, Costantino Sferrella, Francesco Santuccione, i nipoti del corridore Luigi Fagioli Michele e Gaia Di francesco e tanti appassionati e curiosi.

Il nostro fine è quello di non perdere la nostra identità culturale. La nostra "pescaresità".

Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: