Prima Pescara

Pescara, storie e racconti.

antSi è conclusa la manifestazione “Pescara, storie e racconti”. Abbiamo voluto inaugurare un format nuovo per noi, diverso, con la consapevolezza di uscire dagli schemi usuali. Questo incontro, realizzato con una sinergia tra l’Associazione culturale “Prima Pescara”,  la “Settembrata abruzzese” e la Presidenza del Consiglio comunale di Pescara dell’Avv. Antonio Blasioli, ha visto la partecipazione di oltre 100 persone che hanno goduto di un tuffo nel passato della nostra città.

Il Museo “Basilio Cascella”, che ci ha ospitato, è stato riscoperto nel suo splendore dalle tante persone intervenute, rinnovando il concetto che il Museo deve essere vivo e partecipato.

Questo tipo di eventi ci avvicina alla riscoperta della “pescaresità”, caratteristica di noi cittadini che non deve essere dimenticata e che la nostra Associazione persegue fin dalla sua fondazione.

gabser2Il nostro pomeriggio insieme è stato condotto da Costantino Sferrella e Gabriella Serafini che, in una duplice veste di moderatori/conduttori, hanno accompagnato gli spettatori nelle varie fasi della manifestazione.

Gli amici della “Settembrata abruzzese” ci hanno deliziato facendoci ascoltare un brano praticamente inedito, rintracciato negli archivi dell’Associazione, che racconta un viaggio a Pescara con il trenino della F.E.A. , in un mix di ricordi e di simpatiche emozioni (Gabriella Serafini).

Dopo i saluti e l’introduzione di Antonio Blasioli abbiamo ascoltato la poetessa Mara Seccia con una sua composizione sui pescaresi che ha messo in luce alcuni aspetti della cadenza dialettale pescarese.

A seguire, Gabriella Albertini ci ha raccontato la storia dei Cascella e di come la casa di famiglia sia divenuta Museo dopo la donazione alla città. Esposizione ricca di informazioni, frutto di anni di studi e ricerche, che la nota professoressa ha reso una piacevole scoperta coprendo oltre 100 anni di storia, in un intreccio tra saga familiare e accadimenti cittadini

Questo slideshow richiede JavaScript.

La scelta di questo tipo di format ci ha permesso di accomunare, alle relazioni personali, anche la proiezione di filmati. In particolare abbiamo proiettato un’opera di Antonio Di Loreto, che ha realizzato uno splendido documentario dal titolo “La voce dell’alba”, con cui narra magistralmente le vicende e l’arte degli artisti della famiglia Cascella.

Di nuovo una poetessa, Chiara Severini, con uno scritto che ricorda il porto di Pescara. Davvero ben riuscito il connubio tra relazioni storiche e ricordi in prosa, hanno permesso di mantenere vivo l’interesse tra il pubblico.

Con un po’ di ritardo sulla tabella di marcia abbiamo ripreso i lavori con una ricca e precisa esposizione, del Colonnello Bartolomeo Di Pinto, in merito alla nascita della tradizione del volo in Abruzzo e del legame con d’Annunzio. Relazione composta a quattro mani con Pietro D’Intino, sempre ottimo conoscitore di aneddoti e soprattutto di Corradino D’Ascanio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Di nuovo la “Settembrata abruzzese” con i due attori Antonio Luise e Franca Alborea che hanno portato in scena un brano tratto da “Le novelle della Pescara”.

L’ultimo relatore, Francesco Giuseppe Conti, ha portato all’attenzione del pubblico, un d’Annunzio diverso, quello soldato, statista, manifestato durante l’esperienza di Fiume.

Ha chiuso la giornata il ringraziamento del Presidente dell’Associazione “Prima Pescara” Nicola Monti.

Bella e formativa esperienza. Nella volontà dell’Associazione c’è la possibilità di rendere questo format una manifestazione vera e propria che si ripeta negli anni e che si arrichhisca con il contributo di tutti quelli che vorranno parteciparvi.

Ringraziamo anche la Silver fox service per l’aiuto e la disponibilità manifestatata nella fornitura dell’attrezzatura audio.

sr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: