Prima Pescara

Erminio D’Emilio. Cerchiamo i suoi discendenti.

2Dal sito  http://www.europeana1914-1918.eu/it

Durante la prima guerra mondiale il Governo raccolse diverse informazioni inerenti i militari dispersi o deceduti compilando per ognuno di essi un fascicolo. Tra le varie schede abbiamo trovato quella di un nostro concittadino di cui, oltre a rendere noti alcuni particolari del suo eroico comportamento, ci piacerebbe rintracciare gli eredi per indicare la documentazione raccolta.

Il materiale nazionale, insieme a quello di altri paesi è confluito in una banca dati a disposizione della collettività.

Dall'esame del certificato di nascita si nota la denominazione amministrativa. Provincia di Teramo, Circondario di Penne, Mandamento di Città Sant'Angelo, Comune di Castelamare Adriatico (con una sola L ed una sola M, mentre nella foto è indicato con due L e due M).

Erminio nacque il 22 dicembre del 1891 da Raimondo D'Emilio e Maria Teresa Schiavone.

La notizia delle sue gesta eroiche fu pubblicata sui quotidiani Avvenire d'Italia, edizione di Bologna e sul Giornale d'Italia edizione di Roma del 28 settembre 1915.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nella scheda che riguarda il nostro concittadino sono inseriti due ritagli di giornale, anche se la lettura di questi non è agevole si riesce, con molto sforzo a leggere alcune righe. Erminio D'Emilio, nato a Castellammare Adriatico, benché ferito, volle tornare a combattere ma, durante l'assalto ad una trincea, fu ferito mortalmente in pieno petto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

1

Europeana è un magnifico e prestigioso progetto di raccolta e divulgazione di documenti, filmati, notizie ed informazioni. Per chi ama la ricerca archivistica vale sicuramente la pena di visitare il sito.

Europeana 1914-1918

Europeana 1914-1918 riunisce le risorse di 3 grandi progetti europei che si occupano ciascuno di diverse tipologie di materiale relativo alla Prima Guerra Mondiale. Ne risulta un archivio in cui convivono collezioni di biblioteche nazionali, di importanti cineteche e storie personali. Nell'insieme il materiale raccolto regala una prospettiva del tutto unica sulla Prima Guerra Mondiale, rappresentando i punti di vista dei diversi schieramenti e permettendo di dar vita a nuovi approfondimenti. L'archivio è in continua crescita e sarà presto arricchito con nuovo materiale,torna a visitarlo!

Le storie del pubblico: in collaborazione con l’Università di Oxford, Facts & Files e numerosi partner in tutta Europa, il progetto Europeana 1914-1918 sta raccogliendo lettere inedite, fotografie e ricordi di guerra affinchè siano digitalizzati e condivisi online. Si conta che alla fine del 2013 abbiano partecipato al progetto una dozzina di paesi e siano stati digitalizzati più di 60.000 oggetti.

Collezioni nazionali: Il progetto Europeana Collections 1914-1918 ha raccolto in un’unica collezione digitale oltre 400,000 pezzi tratti dalle collezioni delle bibliotehe nazionali di 8 paesi che si sono trovati a combattere su fronti opposti durante il conflitto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: